COS’E’ LA PEDAGOGIA CLINICA

La pedagogia clinica è una scienza che si occupa dei bisogni della persona d’ogni età, e intende soddisfarli con modalità educative capaci di ricostruire nuovi equilibri e abilità, nel vincere ostacoli, disagi psico-fisici e socio-relazionali.

IL TERMINE PEDAGOGIA RIGUARDA SOLO I BAMBINI?

Pedagogia significa educare e, normalmente si pensa che si debbano educare solo i bambini ma in realtà non è così:

OGNI GIORNO DA QUANDO SIAMO NEL VENTRE MATERNO FINO ALLA MORTE, NOI CI EDUCHIAMO ED EDUCHIAMO.

IL PEDAGOGISTA CLINICO OSSERVERA’ E LAVORERA’ SULLA PERSONA NELLA SUA TOTALITA’

COSA FA E CON QUALI PROBLEMATICHE LAVORA IL PEDAGOGISTA CLINICO?

GESTANTI

La gravidanza assume sin dall’inizio una duplice veste: da un lato c’è un reale mutamento nella vita di ogni donna che desideri diventare madre, dall’altro è manifestazione e motivo di una crisi, intesa come processo di cambiamento.

BAMBINI

  • Bambini con deficit specifici d’apprendimento.
  • Bambini con problemi scolastici (Lateralizzati male, dislessici, disgrafici, discalculici ecc.)
  • Bambini con disagi emotivi.
  • Bambini iperattivi

COPPIE

  • Coppie che stanno per avere un figlio.
  • Coppie che stanno per avere un secondo figlio e, quindi tutte le problematiche legate al primogenito.
  • Coppie che vogliono acquisire le regole educative più giuste per il loro figlio. OGNI BAMBINO E’ DIVERSO DAGLI ALTRI.
  • Coppie in crisi e in procinto di separarsi:
  1. In questo caso possono essere coppie che hanno già deciso di separarsi e, chiedono consulenza per il loro figlio, per fargli vivere in maniera meno traumatica possibile questo cambiamento.
    1. Coppie che sono in crisi ma che vogliono provare a costruire o ricostruire la vita a due.

PERSONE SINGOLE

  • Persone che hanno subito un lutto.
  • Persone che hanno da anni un malato in casa e devono gestire famiglia e figli.
  • Persone che convivono quotidianamente con insicurezze, ansie, sensi di colpa, , disagi emotivi, lavorativi ecc.

COS’E’ LA PSICOMOTRICITA’ FUNZIONALE

La psicomotricità per definizione è un’attività motoria influenzata dai processi psichici, riflettente la personalità di ogni individuo.

La psicomotricità studia e educa l’attività psichica attraverso il movimento del corpo.

La Psicomotricità Funzionale deve tener conto dell’aspetto relazionale e, deve continuamente effettuare un rimando alla situazione neurologica del soggetto.

PERCHE’ UTILIZZO NELLE PERSONE ANCHE QUESTA TECNICA?

Tutto parte dal corpo e se noi abbiamo una buona percezione di esso e lo comprendiamo, tutte le attività motorie, dal respirare (prima attività motoria che si fa dopo la nascita), al mangiare, camminare, scrivere, leggere ecc. sarà fatto in maniera giusta. Ma se questa percezione non è stata acquisita nei modi giusti, l’attività motoria andrà a colmare questa mancanza.

DISEGNO ONIRICO

Ogni persona ha la capacità di comunicare con espressioni grafiche il proprio mondo interiore. Tutte le persone, qualsiasi sia la loro età, nel disegno, non solo manifestano i conflitti ma apprendono modi diversi di comunicazione, di adattamento e di crescita.

Attraverso la Rappresentazione grafica avviene l’espressione in modo più diretto e con minor controllo da parte della censura mentale.

Si può affermare che il disegno Onirico è l’espressione diretta dell’attività inconscia che emerge attraverso gli automatismi, esprimendosi indipendentemente da qualsiasi controllo della ragione.

Ci permette, così, di risvegliare le forme “addormentate” nel nostro inconscio e di trasformarle su carta.

PSICODRAMMA OLOSTICO

Lo stimolo di partenza dello Psicodramma Olistico è costituito da tecniche espressive e creative come il disegno onirico. Queste immagini significative e profonde, prendono vita nello spazio psicodrammatico, a metà strada tra la fantasia e la realtà, dove tutto avviene e tutto è possibile.

LO Psicodramma Olistico, si basa su una visione globale della persona, considera gli aspetti psicologici, emotivi, fisici, relazionali, esistenziali e spirituali, come fra loro interdipendenti e inscindibili.

Quindi lo Psicodramma Olistico, mira ad una trasformazione profonda del modo di rapportarsi al mondo.

Stella Primari, Pedagogista Clinico